Infiammazione vaginale rimedi per il benessere della donna

Infiammazione vaginale rimedi

In presenza di infiammazione vaginale rimedi fondamentali oltre alla terapia classica, sono i rimedi naturali che comprendono corretto stile di vita, alimentazione bilanciata, uso di intimo in pura fibroina di seta microbiologicamente protetta, adeguata igiene intima.

La cura farmacologia viene decisa dal medico in base alla causa che ha derminato l'infiammazione vaginale. Se l'infiammazione è di natura batterica, il medico prescriverà degli antibiotici, se invece la natura sarà micotica il farmaco indicato sarà appunto antimicotico; qualora la causa dell'infiammazione non fosse un'infezione il medico opterà per un'altra scelta farmacologica.

Vedremo di seguito un breve elenco che argomenti uno ad uno i rimedi naturali, che oramai sono complementari alla terapia farmacologica, della cui importanza gli specialisti raccomandano ed informano la paziente. Si tratta di semplici e scontate buone abitudini, che spesso sono però sottovalutate o non adeguatamente rispettate dalle donne.

infiammazione vaginale rimedi 1

Infiammazione vaginale rimedi naturali

La comunità scientifica è unanime nell'affermare che la cura dell'infiammazione vaginale richiede, oltre ad una mirata terapia, anche un adeguato stile di vita che ha lo scopo di prevenire il presentarsi della patologia, scoraggiando ed evitando i comportamenti che possono rivelarsi fattori scatenanti se ignorati dalla donna.

Uso di creme lenitive: aloe, calendula, hanno proprietà lenitive che possono portare sollievo all'infiammazione vaginale. Usate localmente possono favorire il benessere della donna.

Alimentazione: ha un ruolo basilare e le attenzioni sono quelle di non eccedere nel consumo di cibi con lieviti (pane, pizza, birra) cibi con conservanti e coloranti o con zuccheri. Ovviamente fumo ed alcolici vanno evitati.

Stile di vita: evitare situazioni stressanti, che possono causare stati d'ansia e di forte tensione. L'organismo, infatti, risente di queste situazioni, somatizzandole.

Igiene intima: un'adeguata igiene intima non va confusa con un eccessivo lavaggio. E' sufficiente detergere l'area vulvare mattino e sera (durante il ciclo dopo ogni lavaggio) utilizzando saponi neutri che rispettino il pH dell'ecosistema vaginale. Meglio evitare detergenti con profumazioni. Altro importante accorgimento è quello di asciugare bene i genitali dopo il lavaggio, con un proprio asciugamano personale. Il gesto del lavaggio deve partire dalla vulva verso l'ano e non viceversa, per evitare il trascinamento di microrganismi patogeni.

Abbigliamento ed intimo: per quanto riguarda l'abbigliamento non vanno utilizzati pantaloni aderenti perchè possono creare micromovimenti che accendono l'irritazione e i conseguenti sintomi di fastidio, bruciore, prurito. L'intimo deve essere in tessuto naturale e non colorato, privilegiare la fibroina di seta microbiologicamente protetta per le sue propietà di elevata traspirabilità, morbidezza, biocompatibilità.

Gli slip DermaSilk in pura fibroina di seta sono raccomandati dalla Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia nel vademecum per gestire le infezioni da Candida.

                                                       

                                                              SCOPRI L'INTIMO DERMASILK

 

Le informazioni presenti in questo sito non possono in alcun modo sostituirsi alla diagnosi, alla cura e al trattamento da parte del medico.