Come lavare il coprimaterasso antiacaro

Spesso molti clienti ci chiedono come lavare il coprimaterasso antiacaro ancora prima di averlo acquistato.
Questo succede perché in commercio ci sono coprimaterassi “antiacaro” di dubbia efficacia che richiedono modalità di lavaggio particolarmente frequenti o discutibili.

Al contrario, il lavaggio del coprimaterasso antiacaro Microair Pristine Zero e la sua manutenzione sono veramente molto semplici, come vedremo nei seguenti paragrafi.

Il lavaggio del coprimaterasso antiacaro

Indichiamo di lavare il coprimaterasso antiacaro Microair Pristine Zero ogni 4-6 mesi in lavatrice alla temperatura di 60°-90° C.
E’ molto importante rispettare una temperatura di almeno 60°C in quanto gli acari della polvere muoiono a partire dai 55° (pertanto diffidate da coperture vendute come antiacaro che non si possono lavare a tale temperatura).
Non serve invece il lavaggio a secco in quanto non elimina gli acari.


Per la scelta del detersivo, va benissimo il detersivo che utilizzate abitualmente: da evitare assolutamente l’ammorbidente che, depositandosi sul tessuto, crea una sorta di film che rende inattiva la protezione antimicrobica del tessuto.
Il tessuto Microair Pristine è molto resistente: è possibile sia effettuare la centrifuga che utilizzare l’asciugatrice. Essendo il tessuto una microfibra di poliestere a trama molto fitta asciugherà comunque molto velocemente, anche se steso semplicemente nello stendibiancheria. Infine, il coprimaterasso antiacaro può anche essere stirato a bassa temperatura.

Anche la frequenza di lavaggio è un punto di forza della copertura Microair Pristine Zero in quanto, essendo molto traspirante e con una protezione antimicrobica permanente, è sufficiente toglierlo solo 2-3 volte all’anno per lavarlo.

Eventuali macchie possono essere eliminate direttamente sul posto con un po’ di acqua e candeggina senza doverlo per forza lavare in lavatrice.

Manutenzione settimanale del coprimaterasso antiacaro

La manutenzione settimanale, o comunque da effettuarsi al cambio lenzuola, è molto semplice.
Basta infatti passare sulla superficie del coprimaterasso un panno (di microfibra va benissimo) leggermente umido per eliminare la polvere depositatasi. Ricordiamo infatti che il coprimaterasso antiacaro Microair Pristine Zero è una vera e propria barriera fisica al passaggio degli acari e dei loro allergeni e di conseguenza blocca sulla superficie frammenti di capelli e di pelle che perdiamo normalmente durante la notte (e che senza la copertura antiacaro diverrebbero il cibo degli acari).
Come infatti vedremo nel prossimo video, il passaggio del panno permette una veloce rimozione di polvere e residui dal tessuto a trama fitta Microair Pristine:


Sconsigliatissimo invece l’utilizzo sia dell’aspirapolvere che del battipanni sulle coperture antiacaro: infatti queste due soluzioni potrebbero danneggiare la copertura stessa o rimettere in circolo nella stanza la polvere accumulatasi sulla superficie.

Altri consigli per la cura del coprimaterasso antiacaro

Come abbiamo visto il lavaggio e la manutenzione del coprimaterasso antiacaro Microair Pristine Zero sono molto semplici. Ma ci sono altre domande che ci fanno i nostri clienti. Vediamo le più frequenti:

  1. Posso usare la cerata salvamaterasso?
    Certamente, capita spessissimo di doverla usare soprattutto per chi ha bambini piccoli. Va posizionata al di sopra della copertura antiacaro e sotto il lenzuolo di cotone con gli angoli. Andrà lavata settimanalmente o comunque al cambio lenzuola.
  2. Posso usare la termocoperta?
    È consentito l’utilizzo di termocoperte da mettere sotto il coprimaterasso antiacaro.
  3. Devo usare un coprirete?
    È da evitare il contatto diretto della copertura antiacaro con reti metalliche, pareti e materiali appuntiti o ruvidi che possono danneggiarla. Pertanto nel caso di una rete metallica, è meglio utilizzare un coprirete (da lavare poi a 60°C) e fare attenzione a quando movimentiamo il materasso ad esempio per togliere la copertura antiacaro per il lavaggio.