Come eliminare gli acari della polvere: 3 step essenziali

Se siete allergici e cercate soluzioni su come combattere gli acari della polvere, troverete certamente di interesse la lettura di questo articolo. Di seguito forniremo suggerimenti utili per contrastare la proliferazione degli acari. Ci sono delle pratiche fondamentali su come debellare gli acari che devono essere messe in atto subito per preservare la persona allergica dall’esposizione agli allergeni. Scoprite quali sono!

1. IL LETTO

Rivestire materasso, cuscino, piumone con coprimaterassi, copricuscini e copripiumone antiacaro sigillati da cerniera. Sebbene siano chiamati "acari della polvere" gli acari vivono nei letti, dove trovano le condizioni necessarie per la loro sussistenza: mancanza di luce, temperatura di circa 20°C e umidità relativa tra il 60-80% e cibo in grande quantità (forfora e scaglie di cute sono il loro nutrimento). Di conseguenza, per eliminare gli acari è prioritario rivestire il letto con coperture antiacaro certificate a trama molto fitta come i coprimaterasso, copricuscino, copripiumone progettati e realizzati da Alpretec con l’unico tessuto barriera antiacaro brevettato: Microair® Pristine.

Per una corretta profilassi antiacaro devono essere rivestiti con coperture antiacaro tutti i letti presenti nella stanza dove dorme la persona allergica. Se l’allergico è un bambino che a volte va nel letto dei genitori, anche il loro letto va rivestito.

Nel caso di genitori allergici è consigliabile utilizzare le coperture antiacaro fin dai primi mesi di vita del bambino, anche se quest’ultimo non ha ancora manifestato sintomi allergici. Infatti, i figli di genitori allergici hanno ben il 75% di probabilità di sviluppare allergia, rischio che scende al 50% se è allergico solo uno dei due.

2. PULIZIE SETTIMANALI

Ogni settimana, lavare lenzuola e federe a 60°. Rimuovere con un panno umido da coprimaterasso e copricuscino eventuali residui che si depositano durante il sonno (cute, capelli, …).

Se si utilizzano coperte in microfibra di poliestere (ideali per chi soffre di allergia) vanno lavate ogni 2-3 settimane a 60°. Queste coperte, anche se lavate spesso, non si rovinano, ed hanno il grande vantaggio di assorbire l’umidità e trasferirla nell’ambiente rimanendo asciutte.

Utilizzare un aspirapolvere con tecnologia ciclonica dotato di filtro HEPA che blocca il 99% degli allergeni aspirati. Gli altri modelli di aspirapolvere con sacco, a vapore o ad aria rimettono in circolo quanto aspirato, ed è per questo motivo che non vanno utilizzati. Nello specifico della pulizia a vapore (100°C), va evitata anche perché produce un forte aumento dell'umidità in casa, e le fibre su cui viene utilizzata – ad esempio i materassi – trattenendo il vapore si deteriorano.

3. AMBIENTI DELLA CASA

Per contrastare efficacemente l’allergia all’acaro bisogna fare anche una adeguata bonifica ambientale, applicando i seguenti consigli su come uccidere gli acari.

Camera da letto facile da pulire. Le tende devono essere leggere e lavabili, le imbottiture vanno evitate ed è preferibile sostituirle con coperte in microfibra di poliestere lavabili. I capi di abbigliamento ed altri tessili vanno depositati in un armadio chiuso, non lasciati in giro per la stanza. Eventuali peluche devono essere lavati ogni 2-3 settimane a 60°C.

Rimuovere tappeti e moquette dalla stanza dell'allergico. Se impossibile, pulirli almeno una volta a settimana con un aspirapolvere con tecnologia ciclonica dotato di filtro HEPA.

Pulizie ad hoc. Utilizzare un panno umido e aspirapolvere con tecnologia ciclonica dotato di filtro HEPA.

Pulire regolarmente i filtri del climatizzatore e sostituirli spesso.

Mantenere l'umidità relativa (U.R.) sotto il 50% è ideale in tutta la casa, assolutamente necessario nella camera dell’allergico. Aprire le finestre più volte al giorno (anche se fuori piove). Aerare i locali (cucina, bagno, ecc.) quando si produce umidità, utilizzare l’aspiratore e un deumidificatore.

Non fumare in casa.

Attenzione ai giochi. In assenza di coperture antiacaro, saltare sul letto e "far battaglia" coi cuscini sono giochi che il bambino allergico deve evitare di fare in quanto provocano la dispersione nell'aria di una grande quantità di allergeni.

Eliminare gli acari con rimedi naturali: verità o leggenda?

Fino a qui abbiamo presentato soluzioni efficaci, non farmacologiche, riconosciute dalla comunità scientifica, per eliminare gli acari della polvere e contrastare i sintomi dell’allergia. L’allergico, per migliorare la propria qualità di vita, deve effettuare una corretta profilassi antiacaro.

Al fine del miglioramento dei sintomi dell’allergia non hanno nessuna evidenza scientifica e nessuna utilità clinicamente dimostrata molti consigli antiacaro definiti “naturali”. Tra questi rientrano i suggerimenti di utilizzare bicarbonato e / o bustine di tè per ridurre la proliferazione degli acari.

Come eliminare gli acari: l’importanza di un consulto specialistico

L’allergia all’acaro della polvere è una malattia che può avere ricadute più o meno pesanti sulla qualità della vita di chi ne soffre; per questo, oltre all’adozione dei suggerimenti sopra elencati, è fondamentale rivolgersi al medico. Solo uno specialista saprà infatti dare le indicazioni corrette su come sconfiggere gli acari della polvere e suggerire le azioni necessarie per favorire la regressione dei sintomi e gestire il problema.