Dermatite palpebrale

Con il termine Dermatite Palpebrale si identificano una serie di problematiche dermatologiche con localizzazione nelle palpebre e nelle zone adiacenti (congiuntiva e sclera). La dermatite palpebrale è un’infiammazione della congiuntiva, spesso associata a dermatite atopica oppure a dermatite da contatto. Si stima che la percentuale di persone con dermatite atopica che manifesta un coinvolgimento oculare sia compresa tra il 25% e il 42,5%. La dermatite palpebrale può colpire in età infantile (in questi casi scompare precocemente), e in età adulta si manifesta prevalentemente in un'età compresa tra i 20 e i 50 anni. Colpisce soprattutto persone di sesso maschile.

DERMATITE PALPEBRALE: CAUSE E FATTORI PREDISPONENTI
Per non aggravare i sintomi della dermatite palpebrale è opportuno modificare alcune abitudini ed evitare alcuni comportamenti:
- evitare di lasciare le palpebre umide o bagnate: l’acqua ristagna tra le pieghe che si formano tenendo gli occhi aperti, producendo umidità che può provocare irritazione;
- evitare di grattare le palpebre;
- evitare l’utilizzo di cosmetici da trucco sulle palpebre;
- evitare l’uso di rimedi fai da te.

DERMATITE PALPEBRALE: SINTOMI
La dermatite palpebrale si manifesta con prurito, bruciore, fotofobia, sensazione di corpo estraneo e ipersecrezione filamentosa. La cute della palpebra presenta lesioni caratterizzate da aree eritemato-pruriginose aggravate anche dallo sfregamento per liberarsi dal prurito. Le palpebre si ispessiscono ed induriscono (lichenificazione), presentano delle fessurazioni, delle croste e delle squame. Nei casi più gravi di dermatite palpebrale la lichenificazione può divenire blefarite cronica. Le fissurazioni della cute delle palpebre e il grattamento possono determinare anche la comparsa di infezioni batteriche o virali (nel 68% dei casi l'agente patogeno che causa l'infezione è lo Staphylococcus Aureus).

DERMATITE PALPEBRALE: IL RUOLO DELL'ABBIGLIAMENTO
Un valido aiuto nel combattere i sintomi della dermatite palpebrale è l'utilizzo della maschera occhi in tessuto Dermasilk. I capi di abbigliamento e gli accessori della linea Dermasilk sono efficaci:
- nel ridurre in tempi brevi prurito e infiammazione;
- controllare le sovrainfezioni dovute a batteri o funghi (come lo Staphylococcus Aureus causa delle infezioni nella dermatite palpebrale);
- mantenere il corretto equilibrio idro-lipidico;
- favorire la la rigenerazione di cute e mucose.

Inoltre, per gestire nel migliore dei modi la dermatite palpebrale è molto importante fare attenzione ad alcune azioni preventive ed avere un’adeguata igiene delle palpebre.
> Tra le misure di natura preventiva rientra l’uso di occhiali protettivi, una dieta alimentare bilanciata, l’utilizzo di lubrificanti oculari che, oltre ad evitare un’eccessiva secchezza, permettono di rimuovere gli allergeni dalla superficie oculare.
> Per una corretta igiene delle palpebre è consigliabile fare attenzione a non usare dei detergenti o saponi troppo aggressivi e a realizzare un risciacquo accurato degli stessi. L’eventuale residuo di sapone sulle palpebre può indurre a reazioni irritative e acuire i sintomi della dermatite palpebrale stessa.

 

 

 Le informazioni presenti in questo sito non possono in alcun modo sostituirsi alla diagnosi, alla cura e al trattamento da parte del medico.