Psoriasi Inversa

La psoriasi inversa è una malattia della pelle con decorso cronico e recidivante, non infettiva né contagiosa. Esistono più forme di psoriasi e generalmente si differenziano in base al tipo di lesione, al grado di eritema e all’estensione cutanea. Si manifesta colpendo in particolare le pieghe cutanee (inguine, ascelle, intorno ai genitali, nella zona dell’ombelico e sotto il seno) con chiazze che sono generalmente arrossate, lisce, lucide e con bordi ben definiti e a volte umide. Le chiazze della psoriasi inversa spesso si lesionano creando delle fessure che scendono in profondità nelle pieghe della pelle fino a sanguinare. La dimensione delle chiazze è molto variabile e l’evoluzione varia in base all’area in cui compare.
La psoriasi si verifica in tutte le fasce d’età, colpisce uomini e donne in età adulta (generalmente la prima comparsa avviene fra i 15 ed i 25 anni). Colpisce circa l’1- 2% della popolazione. È dimostrato che circa la metà dei casi di psoriasi è ereditario. Studi recenti hanno evidenziato la base genetica della psoriasi che però non è sufficiente a spiegare la comparsa della malattia; ci sono, infatti, fattori scatenanti quali lo stress, traumi cutanei, stile di vita, metabolismo.

PSORIASI INVERSA: CAUSE E FATTORI PREDISPONENTI
Tra i fattori scatenanti la psoriasi inversa:
- traumi cutanei quali grattamento, cicatrici e ustioni. Questi traumi possono portare alla comparsa di chiazze psoriasiche nell’area che ha subito il trauma. Questo fenomeno è definito, dal nome del medico tedesco che lo ha individuato, di Koebner;
- stress. E’ un fattore piuttosto rilevante che influenza il decorso della psoriasi inversa. Si stima infatti, che oltre il 75% di ricadute o acutizzazioni della sintomatologia siano correlate a forte stress emotivo;
- abitudini di vita scorrette come alcool e fumo;
- uso di alcuni farmaci (ad esempio beta bloccanti, FANS, antimalarici);
- aumento della massa corporea;
- infezioni, in particolare quelle da streptococco beta–emolitico (è riconosciuto siano associate alla comparsa di psoriasi).

PSORIASI INVERSA: I SINTOMI
Rispetto ad altri tipi (psoriasi volgare, guttata, pustulosa, eritrodermica) la psoriasi inversa presenta in forma lieve e ridotta il sintomo della secchezza cutanea con desquamazione.
I sintomi principali della psoriasi inversa sono:
- Prurito
- Fragilità delle unghie (onicopatia)
- Lesioni a livello dei genitali
- Dolori articolari (se associata ad artrite psoriasica)
- Coinvolgimento oculare con sensazione di prurito e bruciore

Nel tentativo di trovar sollievo dal prurito, la persona che soffre di psoriasi inversa può incorrere in conseguenze aggravanti come l’irritazione da sfregamento.
La psoriasi inversa ha ricadute su diversi aspetti della vita quotidiana, dalla sfera lavorativa a quella del tempo libero fino alle relazioni affettive.

PSORIASI INVERSA: IL RUOLO DELL'ABBIGLIAMENTO
Oltre al trattamento farmacologico standard, anche lo stile di vita può aiutare il miglioramento e la recessione delle manifestazioni di psoriasi inversa. Un ruolo di fondamentale importanza è rivestito dall’abbigliamento.

L’abbigliamento terapeutico DermaSilk in pura fibroina di seta con protezione antimicrobica permanente è un ottimo coadiuvante nella gestione della psoriasi inversa. Grazie alle sue specifiche caratteristiche Dermasilk:
- riduce in breve tempo il prurito e di conseguenza la tendenza a grattarsi;
- controlla la sudorazione mantenendo il corretto equilibrio idro-lipidico (in particolar modo nelle persone che soffrono di psoriasi è opportuno evitare la sudorazione eccessiva che porta ad aggravare i sintomi);
- controlla il rischio di sovrainfezioni dovute a batteri, funghi e lieviti, grazie alla protezione antimicrobica permanente;
- favorisce la rigenerazione di cute e mucose.

L’efficacia dei capi DermaSilk nel ridurre il prurito e nel favorire la rigenerazione della barriera cutanea è dimostrata da studi clinici pubblicati.

Un aiuto per chi soffre di psoriasi inversa viene dall’esposizione al sole, evitando ovviamente le ore centrali della giornata e utilizzando un’adeguata protezione solare.
Anche l’alimentazione riveste un ruolo importante, infatti, per chi soffre di psoriasi inversa è preferibile scegliere un corretto regime alimentare, povero di grassi saturi e ricco di frutta e verdura.



 

 

Le informazioni presenti in questo sito non possono in alcun modo sostituirsi alla diagnosi, alla cura e al trattamento da parte del medico.