Dermatite da contatto

La Dermatite da Contatto (DC), detta anche eczema da contatto,  è un’infiammazione della pelle provocata da alcune sostanze con cui entriamo in contatto durante la vita quotidiana e/o lavorativa. Tali sostanze possono essere presenti nei prodotti cosmetici o per la pulizia della casa (saponi e detergenti, creme, profumi, deodoranti, solventi, etc.), nell’abbigliamento e nelle calzature, negli alimenti, nei farmaci per uso topico (es. antimicotici, antibiotici, corticosteroidi) e in altri prodotti di uso comune. 

Esistono due tipologie di Dermatite da contatto: 

  • la Dermatite Irritativa da contatto provocata da sostanze irritanti (80% dei casi);
  • la Dermatite Allergica da contatto provocata da allergeni in grado di innescare una reazione infiammatoria che coinvolge il sistema immunitario in soggetti sensibilizzati (20% dei casi; si manifesta in genere 48-72 ore dopo l’esposizione all’allergene).

DERMATITE DA CONTATTO: CAUSE E FATTORI PREDISPONENTI
Uno dei fattori principali che può contribuire allo sviluppo di dermatiti da contatto è l'alterazione della barriera cutanea, che facilita la penetrazione di sostanze irritanti/allergeni (esempi: tagli e abrasioni, secchezza cutanea o presenza di dermatite atopica). Un altro fattore discriminante riguarda la natura chimica della sostanza, la sua quantità e concentrazione nonché la lunghezza e la frequenza di esposizione. Esistono poi fattori individuali relativi alla resistenza cutanea che naturalmente si modifica nel corso della vita (più debole nei bambini e negli anziani), nonché fattori ereditari, per cui persone diverse hanno reazioni differenti allo stesso allergene. Sono inoltre da considerare i fattori ambientali e/o occupazionali a cui la persona è sottoposta (esempi: ambiente lavorativo caldo-umido, utilizzo di guanti/calzature impermeabili non traspiranti ecc.).

DERMATITE DA CONTATTO: SINTOMI
I principali segni e sintomi della dermatite da contatto sono eruzione cutanea con bolle, arrossamento, prurito, pelle secca, screpolata, dolore, gonfiore.
La dermatite da contatto di solito si manifesta in aree del corpo che sono state direttamente esposte alla sostanza che ha provocato la reazione.

Le dermatiti alle mani sono le più frequenti, in quanto le mani sono più esposte al contatto con gli allergeni. Sempre più spesso però le allergie da contatto colpiscono anche i piedi, le gambe e altre parti del corpo, a causa delle sostanze contenute nelle calzature e nell’abbigliamento (es. gomma, collanti, metalli come il nickel, bicromato di potassio usato nella concia di pelle/cuoio, coloranti, formaldeide, ammorbidenti, etc.).

DERMATITE DA CONTATTO: IL RUOLO DELL'ABBIGLIAMENTO
Il primo intervento per la cura della Dermatite da Contatto consiste nell'evitare accuratamente ogni contatto con la sostanza responsabile (a questo scopo sono stati ideati i guanti e i calzari Microair® Barrier). In presenza di questa patologia è inoltre importante ripristinare la funzione barriera della pelle (Abbigliamento Terapeutico DermaSilk®). DermaSilk® svolge un ruolo fondamentale nella gestione della dermatite da contatto, anche quando non è possibile evitare il contatto con l'allergene. Grazie all'azione combinata della pura fibroina di seta e dell'antimicrobico permanente, l'abbigliamento terapeutico DermaSilk è efficace perchè:

  • allevia prurito e bruciore;
  • contrasta secchezza e iperidrosi;
  • aiuta a controllare e prevenire le sovrainfezioni;
  • promuove la riepitelizzazione ed il ripristino della funzione barriera.

 

Le informazioni presenti in questo sito non possono in alcun modo sostituirsi alla diagnosi, alla cura e al trattamento da parte del medico.