Candidiasi

L’infezione da candida si può definire candidosi oppure candidiasi. Quando colpisce i genitali sia maschili sia femminili si parla di candidiasi genitale; se colpisce gli organi genitali della donna si parla di candidiasi vaginale.

La candidiasi è provocata da un micete della famiglia della candida. Generalmente la candidiasi genitale è dovuta alla specie candida albicans.

Candidiasi: incidenza e sintomi

candidiasi

 

La candidiasi vaginale è un’infezione che colpisce una percentuale elevata di donne in età fertile (si stima che il 75% delle donne ne venga colpito nel corso della vita). Quando si ripetono più episodi si definiscono candidiasi sistemiche o recidivanti. La candidiasi può colpire anche i genitali maschili, manifestandosi su glande e prepuzio.

I sintomi con cui si manifesta la candidiasi genitale sono prurito, bruciore, arrossamento, a volte dolore, perdite biancastre inodori e consistenti cosiddette a ricotta.

 

Candidiasi: le cause e i fattori scatenanti

La candida è un fungo presente naturalmente nell’organismo che diviene patogeno se prolifera in modo eccessivo. Tale proliferazione può avere cause differenti; una di queste cause è l'immunodepressione, dovuta o all’uso prolungato di antibiotici, oppure a malattie croniche.

La candidiasi è una malattia sessualmente trasmissibile: rapporti sessuali non protetti con partners colpiti dall’infezione devono essere evitati.

Stili di vita non corretti incidono sul manifestarsi della candidiasi genitale: tra questi, particolare incidenza hanno la dieta, l’abbigliamento e l’igiene intima.

Poiché lo zucchero è un alimento da cui trae nutrimento il micete, le persone affette da candidiasi devono ridurre il consumo dei cibi che lo contengono. Le persone diabetiche - a causa dell’elevato tasso di glucosio nel sangue, sono predisposte alla candidiasi.

Un ruolo importante riveste l’igiene intima che deve essere fatta con saponi delicati, neutri, senza profumazione e con pH adeguato.

L’uso di pantaloni molto stretti va evitato perché crea sfregamento ed irritazione. L’intimo sintetico deve essere sostituito perché favorisce sudorazione e un microclima caldo umido ideale per la proliferazione del fungo. Anche l’abbigliamento colorato va sostituito, perché i coloranti rilasciano sostanze allergizzanti che possono accentuare l’irritazione in chi soffre di candidiasi ai genitali.

 

Candidiasi: DermaSilk® Intimo

Dermasilk® è un tessuto terapeutico naturale, innovativo, realizzato in pura fibroina di seta protetta microbiologicamente in modo permanente.

Caratteristische della fibroina di seta

La fibroina di seta è una proteina di origine animale (Bombyx Mori), biocompatibile, che ha molte applicazioni in ambito biomedicale (fili di sutura, ricostruzione dei legamenti, tessuto terapeutico, scaffolds). La fibroina di seta ha grandi affinità con la pelle in quanto è composta dagli stessi amminoacidi che compongono lo strato corneo: Glicina, Alanina, Serina, Tirosina.

  • candidiasi fibroinaHa un’ottima proprietà termoregolatrice, cioè mantiene la temperatura corporea (a differenza di altri filati vegetali come il cotone o sintetici). 
  • Altra caratteristica importante è la sua igroscopicità, ovvero l’essere in grado di trattenere fino al 30% di umidità risultando comunque asciutta: anche qui un dato che rimanda alla pelle che necessita di una percentuale d’acqua compresa tra il 10% e il 35 %.

L’intimo Dermasilk® è indicato per le persone colpite da candidiasi genitale perché grazie alle proprietà di termoregolazione e igroscopicità mantiene l’area genitale fresca ed asciutta. Grazie alla protezione antimicrobica permanente contrasta l’infezione ed evita il rischio di sovrainfezione.

Gli studi clini hanno dimostrato l’efficacia dell’intimo Dermasilk® quale ausilio per ridurre prurito, bruciore, irritazione, eritema ed edema in pazienti colpite da candidiasi, e l’efficacia in pazienti con lichens sclerosus e lichen simplex chronicus.

 

 

Approfondisci guardando il videoconsiglio "Perchè uno slip può risolvere le problematiche dell'area vaginale?".

 

Le informazioni presenti in questo sito non possono in alcun modo sostituirsi alla diagnosi, alla cura e al trattamento da parte del medico.