Candida: soluzioni senza effetti collaterali

Che cos'è la Candida?

La Candida è un fungo saprofita capace di colonizzare la mucosa vulvare e vaginale senza dare alcun tipo di problema, vivendo quindi in equilibrio con il nostro organismo. Quando quest'equilibrio si spezza, o per l'aumento di aggressività del fungo, o per una riduzione delle difese immunitarie della donna, si verificano le condizioni ottimali per lo sviluppo delle infezioni da Candida. Esistono 100 differenti specie di Candida e più di 200 ceppi, ma la principale responsabile delle candidosi vulvovaginali ricorrenti è la Candida Albicans.

Candida, un problema molto diffuso

La Candidosi Vulvovaginale è un problema molto diffuso. Colpisce il 70% delle donne almeno una volta nella vita, generalmente in età fertile. Di queste, il 40-50% ha un secondo episodio nel corso della vita, e il 5-8% presenta invece Candidosi Vulvovaginale Ricorrente, ovvero 4 o più episodi nel corso di un anno. Circa il 28% delle adolescenti presenta episodi di infezioni da candida. La Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia ha avviato la campagna "Stress, dieta e abbigliamento sbagliati: è SOS micosi per le donne. Ecco la fibroina di seta, rimedio naturale contro il dolore intimo".

Guarda il video "Fibroina di seta, l'aiuto naturale contro la candida" del Prof. Paolo Scollo - Presidente nazionale SIGO.

L'intimo DermaSilk combatte i sintomi della Candida senza effetti collaterali

All'ultimo Congresso Nazionale di Ginecologia e Ostetricia è stato presentato uno studio che ha dimostrato come DermaSilk, in combinazione alla terapia antimicotica standard, contribuisca a ridurre in maniera significativa prurito, bruciore, eritema, irritazione vulvare ed edema.

SCOPRI L'INTIMO DERMASILK


Quali sono i fattori che predispongono all'infezione da Candida?

Tra i fattori in grado di scatenare la candida:

- fattori immunitari;
- fattori endocrini;
- il diabete o la sindrome metabolica;
- errori alimentari: consumo eccessivo di zuccheri semplici e/o di lieviti;
- abitudini di vita scorrette: uso eccessivo di salvaslip che non permettono una corretta traspirazione dell'area vulvare, uso di biancheria sintetica, o di pantaloni e abbigliamento troppo attillato;
- contraccettivi intreuterini;
- antibiotici, corticosteroidi sistemici (il 28%-33% delle Candidosi Vulvovaginali si manifesta in seguito all'uso di antibiotici vaginali o sistemici);
- contraccettivi orali ad alto dosaggio;
- creme spermicide;
- pratiche sessuali come il sesso orale;
- presenza di atopia o allergia.


Candida, segni e sintomi:

Il 17-30% delle candidosi vulvovaginali si presentano senza sintomi.

Nei restanti casi causano:
- prurito vulvare e dolore,
- secrezioni bianche del tipo "a ricotta";
- fissurazioni vaginali ed edema;
- eritema della vagina e della vulva, che può estendersi alle labbra maggiori e al perineo.
Oltre a questi sintomi, possono essere presenti anche lesioni periferiche, dolore durante i rapporti sessuali o difficoltà nell'urinare.





Le informazioni presenti in questo sito non possono in alcun modo sostituirsi alla diagnosi, alla cura e al trattamento da parte del medico.